Settore giovanile Rari Nantes. Gennaro Taurisano e Andrea Fortunato convocati per il raduno nazionale under 16

Ancora un importante riconoscimento per il settore giovanile della Rari Nantes Salerno, i due atleti Gennaro Taurisano e Andrea Fortunato, quest’ultimo fresco del riconoscimento come miglior atleta della fase finale under 20B e under 17A, sono stati aggregati dal tecnico federale Pesci per il raduno nazionale under 16 che si sta tenendo dal il 18 luglio a Monteruscello.

 

Vojislav Cupic e il portiere Simone Santini rinnovano con la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno

rinnovo cupic santini

Dopo l’acquisto di Cristian Gandini, la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno comunica di aver rinnovato il contratto a due dei protagonisti della passata stagione: il mancino Vojislav Cupic e il portiere Simone Santini.

Soddisfatto il mancino di Belgrado, commenta così il rinnovo del contratto e fa una promessa ai tifosi:

“Certo che sono felice. La società, i ragazzi mi hanno accettato subito come parte della loro famiglia e mi hanno fatto sentire a casa. Sarà un grande piacere essere un altro anno nella splendida città di Salerno.  Ai tifosi posso promettere che avremo sempre lo stesso atteggiamento come l’anno scorso, quindi ci batteremo per ogni palla come se fosse l’ultima, provando a migliorarci ogni giorno e finalmente raggiungere il nostro obiettivo. È difficile dire precisamente che cosa è mancato la scorsa stagione, perché ci mancava pochissimo. Un gol, una difesa, un punto, una decisione. Secondo me ci mancava un po’ di tutto. Un po’ di qualità, un po’ di fortuna, un po’ di freddezza, anche un po’ di esperienza… Sicuramente saremo più esperti come gruppo, ci conosceremo meglio dopo tutte le cose stressanti che abbiamo vissuto insieme, e con il lavoro duro penso che possiamo raggiungere il nostro obiettivo e regalare il sogno ai nostri tifosi”.

Grande soddisfazione anche per il portiere Santini, che come Cupic si appresta a vivere il secondo anno a Salerno:

“Sono molto contento di aver rinnovato con la Rari. Ho trovato una gran bella società e delle gran belle persone e quindi diciamo che il rinnovo è venuto da se. Inoltre l’anno appena trascorso ero arrivato per un obbiettivo che purtroppo non è stato raggiunto e quindi a maggior ragione ci riproveremo insieme quest’anno. Ai nostri tifosi devo un grazie per l’entusiasmo e il calore che ci hanno trasmesso e la voglia con cui ci hanno seguito, sono loro il nostro uomo in più. Prometto a tutti loro che daremo tutti noi stessi e faremo di tutto per fare del nostro meglio. Il passato è passato quindi ora si lavorerà e si penserà al prossimo campionato e a fare tutto il possibile per centrare l’obbiettivo”.

Conclusa la stagione del Settore giovanile Rari Nantes. Si ferma alle semifinali nazionali il cammino dell’under 15

under 15 quarti finale nazionali2

Si chiude la stagione del settore giovanile della Rari Nantes Salerno e le ultime gare le ha disputate la formazione under 15 impegnata nelle semifinali nazionali che si sono giocate nel fine settimana a Catania. La formazione allenata da mister Scotti Galletta si è stata sorteggiata nel girone con Posillipo, Palermo e i padroni di casa del Catania. Dopo la brillante affermazione per 12-4 contro il Palermo, i giallorossi cadono contro il Posillipo (10-6) e contro il Catania (12-4). Una doppia sconfitta che significa eliminazione, ma che nulla toglie allo splendido percorso di crescita di questi ragazzi, che hanno stupito per la loro determinazione.

Finisce così la brillante stagione agonistica del settore giovanile, che quest’anno ha fatto segnare un grande passo avanti soprattutto per quanto concerne i risultati, con l’under 20 campione d’Italia cat.B e la Under 17 piazzatasi al quarto posto assoluto ai nazionali.

Parla Cristian Gandini, il nuovo acquisto della Rari Nantes Salerno

Abbiamo rivolto alcune domande a Cristian Gandini, il nuovo centrovasca della Rari Nantes Salerno. Conosciamo meglio il neo rarinantino.

Le prime sensazioni nell’affrontare questa nuova avventura

Non vedo l’ora di cominciare gli allenamenti, conoscere i miei nuovi compagni e la società, di mettermi a disposizione del mister; quindi sicuramente tanto entusiasmo e voglia di fare bene e dimostrare quanto valgo!

Che cosa ti ha convinto ad accettare Salerno e la Rari

Quando mi ha contatto il diesse Mariano Rampolla e mi ha esposto il progetto, gli obiettivi e le volontà della società, ho sentito proprio l’entusiasmo e la voglia di prendersi quella promozione sfumata a gara 3, un gruppo consolidato tra squadra e società che vuole raggiungere un traguardo importante … non c’è niente di più motivante!!

Cosa ti aspetti dal prossimo campionato

Sicuramente un campionato difficile e molto equilibrato, le altre squadre si stanno rinforzando e non siamo gli unici che vogliono centrare la promozione, dovremo dimostrare quanto valiamo partita per partita, personalmente spero di offrire un grosso contributo alla squadra e a mister Citro.

Conosci già qualcuno dei tuoi nuovi compagni

Anche se alcuni non li conosco personalmente non hanno bisogno di presentazioni, un po’ di più conosco Simone Santini, il portiere, avendo fatto qualche collegiale insieme con le nazionali giovanili . Per quanto riguarda gli altri miei futuri compagni non vedo l’ora di conoscerli .

Un messaggio ai tanti tifosi della Rari

So che la piscina di Salerno è una delle piscine più calde d’Italia quindi già ringrazio tutti i tifosi per seguire sempre la squadra ! Per la prossima stagione non posso fare altro che invitarli numerosi ad assistere e a tifare per noi ! Sono sicuro saranno il nostro uomo in più !

Ringraziamo Cristian Gandini e gli diamo il benvenuto nella grande famiglia giallorossa, in attesa di vederlo presto a Salerno.

Cristian Gandini, centrovasca classe 1996, è il primo nuovo innesto per la Rari Nantes Salerno

A pochi giorni dalla conclusione del campionato di serie A2, con la sconfitta in gara 3 della finale promozione, la Rari Nantes Salerno è già attiva sul mercato per allestire una squadra di altissimo livello per la prossima stagione.

Cristian Gandini, centrovasca classe 1996, nato ad Imperia, è il primo nuovo innesto per i giallorossi. Gandini vanta diverse presenze nelle nazionali giovanili, mentre nelle ultime stagioni in serie A1 è stato al Bogliasco (30 gol all’attivo) e poi nel Torino 81 (24 gol nell’ultima stagione).

“Cercavamo un esterno completo, che poteva all’occorrenza anche difendere sul centro. Cristian ha qualità è giovane e ha già diversi campionati di A1 alle spalle, sono convinto che ci darà un grande contributo” il commento di mister Matteo Citro che accoglie soddisfatto il nuovo venuto.

Soddisfazione anche per il diesse Mariano Rampolla, che ha raggiunto uno dei primi obiettivi prefissati per questo mercato: “Siamo molto contenti di aver chiuso la trattativa che ci assicurerà per la prossima stagione agonistica le prestazioni del forte esterno Cristian Gandini. Proveniente dal Torino dove nella scorsa stagione ha partecipato al campionato di A1, Cristian classe ’96 ha militato anche nel Bogliasco, sempre nella massima serie, nel Sori e nel Camogli. Dotato di un ottimo tiro e prezioso anche nella fase difensiva, era un obiettivo che seguivamo da tempo ed era la prima scelta segnalata dal mister”.

Settore giovanile Rari Nantes. Contro ogni pronostico la Under 17 si classifica quarta alla fase nazionale

 Grandissimo exploit della formazione under 17 della Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno che, contro ogni pronostico, si classifica al quarto posto nella fase nazionale. Un cammino in crescita quello della squadra allenata da Andrea Scotti Galletta che, dopo una prima fase durante la quale i ragazzi hanno giocato a corrente alternata, ha cambiato decisamente marcia nelle fasi successive, con un crescendo da urlo fino alle finali nazionali disputate a Roma.

Nel girone eliminatorio, la Rari è sorteggiata in un girone di ferro e ha affrontato in sequenza il Brescia, vincendo per 14-9, poi due sconfitte contro il Quinto 14-9 e contro il Posillipo per 10-6. I giallorossi si classificano terzi e dovranno vedersela, nei quarti di finale, contro la seconda in classifica dell’altro girone, la temibile Roma Nuoto.

A questo punto i giallorossi compiono un vero e proprio capolavoro, battendo i capitolini con il punteggio nettissimo di 8-0. La vittoria proietta i salernitani in semifinale, dove dovranno vedersela di nuovo contro il Posillipo, con l’handicap di non poter contare sull’apporto del tecnico, squalificato per un turno.

Nella gara contro Posillipo comincia male la Rari, andando sotto per 5-2, ma poi grazie a una clamorosa rimonta chiude la gara in parità 6-6. Ai rigori, purtroppo, i giovani leoni soccombono. Qui, però, accade il giallo che ha un po’ deciso il tutto, perché uno dei rigoristi del Posillipo era stato espulso. Indecisioni e cambi di programma da parte della Giustizia Federale, finiscono con il danneggiare gli atleti della Rari, che emotivamente cedono un po’ alla pressione. Alla fine si decide per la ripetizione della gara con il Posillipo, poche ore prima delle finali. Il grande dispendio di energie fisiche e nervose non favorisce i leoni giallorossi che, contro i più quotati avversari, soccombono per 9-6.

Nella finale per il terzo posto i ragazzi di Scotti, con una gara appena giocata sul groppone, non ce la fanno e perdono contro il Quinto per 10-3.

Resta la soddisfazione di essere la quarta squadra d’Italia, risultato che a ottobre sembrava impossibile da pronosticare.

“Abbiamo raggiunto un risultato importante, sono fiero dei miei ragazzi, sono cresciuti in maniera esponenziale in questi 2 anni. Sono arrivati ad un alto livello pallanuotistico e l’abbiamo dimostrato in questi 4 giorni.
Purtroppo l’errore tecnico del giorno prima della giuria, invece di dare giustizia ci ha creato solo problemi e difficoltà. Prima ci hanno comunicato che avremmo dovuto ripetere i rigori, poi il Posillipo ha rifiutato e quindi siamo andati avanti con il ricorso, poi ci hanno comunicato che non sarebbe cambiato niente e ci stavamo apprestando a giocare con il Quinto, poi ci hanno chiesto di ripetere la partita del giorno prima nuovamente con il Posillipo. È stata un altalena di emozioni e i ragazzi non hanno saputo gestire la pressione. In più abbiamo giocato la finale per il terzo posto con una partita in più sulle spalle, mentre il Quinto si è riposato la mattina. Orgoglioso di tutti, ora sotto con l’U15! La stagione non è finita…” le parole di Andrea Scotti Galletta al termine dell’intensa serie finale.

Contentissimo per le prestazioni dei suoi ragazzi, ma rammaricato per l’epilogo il presidente della Rari Enrico Gallozzi: “Innanzitutto complimenti al Savona che ha vinto le finali ed a tutte le altre squadre che si sono affrontate in questi giorni a Genova. Peccato che su queste finali pesi un errore grossolano durante la semifinale tra i nostri ragazzi e la squadra del Posillipo. Dopo una bella ed avvincente partita chiusa in parità si è andati ai rigori. Il primo rigore de Posillipo è stato battuto dal giocatore Iodice che era stato espulso dopo aver commesso i tre falli gravi. Sappiamo come è andata a finire. La partita vinta dal Posillipo, il ricorso, la ripetizione della partita a poche ore dalle finali. Sicuramente questo incontro aggiuntivo ha influito sul rendimento di entrambe le squadre Campane che hanno poi perso le due finali rispettivamente contro il Quinto ed il Savona. Poteva finire diversamente? Purtroppo non lo sapremo mai. Tutto ciò non toglie nulla al merito di chi ha vinto, ci mancherebbe altro. Né sminuisce la grande prestazione dei ragazzi della Rari Nantes che hanno disputato un ottimo girone finale. Il meritato riconoscimento ad Andrea Fortunato come miglior giocatore delle finali ne è la dimostrazione. Siamo davvero contenti e orgogliosi di ciò che avete fatto. Un commento particolare ad Andrea Scotti Galletta. Il lavoro fatto dall’inizio della stagione con questi atleti è stato immenso”.

Da sottolineare che come miglior giocatore della fase finale è stato eletto il rarinantino Andrea Fortunato. Lo stesso atleta pochi giorni fa ha vinto il medesimo trofeo nella categoria Under 20, che dire di più?

E adesso, come ha dichiarato il mister, sotto con la fase nazionale dell’under 15.

Ecco gli atleti della Rari:

Milione, Barela, Polichetti, Monetti, Orio, Lauria, Longo, Ragosta, Carrella, Fortunato, Russo, Malandrino, Paglietta, Arienzo, Taurisano e Mazzariello.

Settore giovanile Rari Nantes. Mariano Rampolla, diesse giallorosso, ci racconta il successo del settore giovanile

Celebriamo ancora il  successo della formazione under 20 della Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, laureatasi campione d’Italia nella categoria B, e lo facciamo con il pensiero del Diesse Mariano Rampolla: “Siamo molto soddisfatti per questo traguardo raggiunto nella categoria Under 20. C’è da fare una considerazione importante: abbiamo giocato con quasi tutti atleti sotto categoria, quindi la vittoria finale ha un valore doppio. Grande merito va dato a mio avviso a mister Scotti Galletta, che con la sua competenza, dedizione al lavoro e con la sua grande grinta, caratteristica fondamentale per raggiungere qualsiasi risultato sia nello sport che nella vita, ha guidato questi ragazzi a vincere il titolo italiano. Speriamo che il finale di stagione ci regali altre di queste soddisfazioni, considerando che siamo alla final 8 con la categoria under 17 e alle semifinali under 15 che si giocheranno a Catania. Un altro auspicio è quello di ricevere qualche convocazione nelle nazionali di categoria per i nostri atleti, penso ad Andrea Fortunato su tutti”.

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno under 20 è campione d’Italia nella categoria B

Risultato storico per la pallanuoto salernitana, la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno è Campione d’Italia nella categoria under 20 B. Al Foro Italico i ragazzi di coach Andrea Scotti Galletta riscrivono la storia. Mai nessuna formazione salernitana, infatti, si era aggiudicata un titolo nazionale giovanile. Un sortilegio che si rompe nella Capitale. Una due giorni di partite quasi perfetta per i giovani leoni della Rari, prima la semifinale contro il Latina vinta 9-7 e poi l’impresa di oggi. Impresa amplificata dal fatto che la Campolongo Hospital era ampiamente la squadra più giovane della manifestazione, di fatto una Under 18. La finale contro il Brescia Waterpolo è stata un susseguirsi di emozioni forti. La partita ha viaggiato sui binari dell’equilibrio fino a metà terzo tempo quando un parziale di 3-0 ha permesso ai salernitani di mettere le mani sullo Scudetto. Viene così ripagato il grande lavoro svolto dalla società e dai tecnici, in particolare da mister Scotti Galletta, e i sacrifici affrontati dai ragazzi e dalle loro famiglie.

“Sono orgoglioso dei miei ragazzi, hanno lavorato tanto, sono due anni che mi sopportano e piano piano stiamo raccogliendo i frutti. Bravi tutti! Ora abbiamo poco tempo per festeggiare, visto che mercoledì cominciano le finali U17 a Genova, e la maggioranza dei ragazzi oggi era sotto categoria. Grazie alla società per gli spazi che ci mette a disposizione e per il supporto anche economico che ci dà, grazie a Crispino Liguori che mi aiuta nei doppi allenamenti, a Carmelita Lamberti e a Daniel Gallozzi per il loro contributo con i ragazzi più piccoli; e grazie ai genitori e alle famiglie che ci sostengono sempre ed erano numerosi in tribuna a tifare per noi” le parole commosse di mister Andrea Scotti Galletta a pochi minuti dal termine della gara.

Felicissimo anche il presidente della Rari Nantes Enrico Gallozzi: “Sono molto felice e faccio i miei complimenti a Scotti Galletta ed ai suoi ragazzi. Non era facile considerando che la nostra squadra Under 20 è composta da tanti giovani sotto categoria. Questa è una stagione davvero eccezionale, stiamo raccogliendo i frutti di una semina cominciata da qualche anno. Il duro lavoro paga sempre, avanti così, questo titolo è un punto di partenza per il nostro movimento pallanuotistico. Tutti uniti dobbiamo continuare ed ambire a traguardi sempre più ambiziosi”.

E la stagione per le giovanili della Rari Nantes non è ancora finita, ci sono ancora under 17 e under 15 in lotta nelle semifinali nazionali.

 

BRESCIA WATERPOLO-R.N. SALERNO 6-9 (2-2, 1-3, 2-3, 1-1)
Brescia Waterpolo: Massenza Milani, Vezzola, Zanetti, Tononi 3, Balanel 2, Dalla Bona, Ferlinghetti, Novellini, Santini, Bombagi, Sordillo 1, Gianazza. All. Sussarello.

Campolongo R.N. Salerno: Milione, Longo, Polichetti 1, Monetti, Orio, Lauria, Fortunato 5, Ragosta 2, Carrella 1, Di Donato, Russo, Malandrino, Napoletano. All. Scotti Galletta.

Arbitri: Brasiliano e Pinato.

Settore giovanile Rari Nantes. Grande under 20, batte il Latina e contro Brescia si gioca il titolo nazionale B

under 20 quarti nazionali

Grandissima prestazione della formazione under 20 della Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, che nella semifinale per il campionato nazionale B, ha battuto ilo Latina per 9-7 e approda in finale. I leonicini giallorossi si giocheranno il titolo nazionale domani a Roma alle ore 18,45 contro il Brescia, che nell’altra semifinale ha battuto il Civitavecchia per 9-6. Sarà sicuramente una grande partita ad alto contenuto spettacolare, nella quale i ragazzi allenati da Andrea Scotti Galletta dovranno dare più del massimo per raggiungere un traguardo storico.

Questi i protagonisti della gara vinta contro il Latina: Gregori, Longo (1), Polichetti (1), Monetti, Orio (1), Lauria (1), Fortunato (1), Ragosta (2), Carrella, Di Donato, Russo (1), Malandrino (1), Milione.

Settore giovanile Rari Nantes. Grandissima under 15: i giovani giallorossi volano alle semifinali nazionali

 

under 15 quarti finale nazionali2

Non smettono di stupire le formazioni giovanili della Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno.

La formazione under 15 è stata impegnata a Pescara per i quarti di finale nazionali e ha stravinto il proprio raggruppamento conquistando l’accesso alle semifinali che si disputeranno il 16 e 17 luglio a Catania, dove la Rari giocherà contro Nuoto Catania, RN Palermo e Posillipo.

A Pescara i giovani rarinantini agli ordini di mister Scotti Galletta hanno giocato contro il Blu Gallery vincendo per 12 – 3; poi hanno sconfitto il Pescara 16 – 6; infine hanno battuto l’Ortigia per 10 – 6, conquistando il primato nel girone.

Da sottolineare che in questa fase i ragazzi hanno dovuto fare a meno del portiere titolare e capitano Gennaro Taurisano, rimasto a Salerno a causa di una brutta influenza. In porta ha giocato Chirico, per l’emergenza tornato al suo antico ruolo, e facendo vedere ottime cose.

Questi i quindici leoni: Chirico, De Dominicis, Staglioli, Avino, Gallo, Malandrino, Mancone, Arienzo M., Barela A., Paglietta, Barela M., Strianese, Arienzo A., Angrisani, Colicigno.

“Sono molto contento di questi quarti di finale. Il livello era alto e noi abbiamo risposto bene, nonostante l’assenza del nostro capitano Taurisano, tutti hanno dato quel qualcosa in più per raggiungere l’obiettivo. Ora dobbiamo continuare a lavorare, a Catania si alzerà l’asticella e se vogliamo raggiungere le finali dovremmo fare il salto di qualità. Complimenti a tutti!” Le parole di mister Andrea Scotti Galletta rilasciate al termine della competizione.

In questa bella foto, i ragazzi della Rari e dell’Ortigia posano insieme. Nemici in vasca, ma fuori si ritorna a essere semplici ragazzi, e senza sorriso non c’è competizione che valga la pena di vincere. Grazie per la bella testimonianza.